l o v e l y ♥ m i l a n o

hidden treasures & short trips around the city

Mercato dell’antiquariato

Ogni ultima domenica del mese si tiene il Mercato dell’antiquariato lungo le sponde e le vie limitrofe del Naviglio Grande. Visto che mi piacciono le eccezioni, ci sono stata prima di Natale, quando viene anticipato per non accavallarsi con le festività, senza così saltare il mese e lasciare noi animali natalizi a bocca asciutta.

Copia di DSC03618.jpg

Copia di DSC03616.jpg

Nel freddo becco della mattina, metà soleggiata e metà immersa in una mortale ombra a seconda della sponda che si sceglieva, ho guardato, riguardato, giudicato e amato diverse bancarelle. Si può trovare di tutto, dai vestiti vintage al modernariato, dalle ceramiche ai timbri per cappelli, dalle stampe ai macina caffè.

I prezzi in generale mi sono sembrati molto buoni e tutti gli oggetti che mi interessavano erano davvero ben tenuti. Devo ammettere di esserne rimasta piacevolmente sorpresa, anche se alla fine sono tornata a casa a mani vuote. Un consiglio: se vi piace qualcosa, prendetelo subito, potrebbe non essere più lì al vostro secondo giro.

 

Copia di DSC03533

Copia di DSC03543.jpg

 

Copia di DSC03545

Copia di DSC03546.jpg

Copia di DSC03553.jpgCopia di DSC03558.jpgCopia di DSC03563.jpgCopia di DSC03565.jpgCopia di DSC03567.jpgCopia di DSC03574.jpgCopia di DSC03581.jpgCopia di DSC03585.jpgCopia di DSC03599.jpgCopia di DSC03571.jpgCopia di DSC03627.jpgCopia di DSC03628.jpgCopia di DSC03631.jpgCopia di DSC03634.jpgCopia di DSC03621.jpgCopia di DSC03635.jpg

Il prossimo appuntamento sarà per il 31 gennaio, il primo del 2016. Vi consiglio di andare ben coperti (non fate gli eroi), ben disposti verso la folla (che da una certa ora in poi sarà un fiume in piena), con la quantità di soldini che intendete spendere e non un euro di più (perché è matematico che altrimenti tornerete a casa poveri), possibilmente in gruppi molto ristretti, un po’ per non perdervi a vicenda e un po’ per evitarvi la fatica di cercare di arrivare tutti insieme in prima fila alle bancarelle che vi piacciono (tanto è impossibile, dovrete fare i turni). Ultimo consiglio: andate a mangiare sul presto, o vi troverete a fare la coda fuori dal locale più vicino che, per la legge di Murphy, sarà sulla sponda immersa nel freddo polare, senza un raggio di sole e con il cantiere per la rimozione dei binari e del pavé, che crea un simpatico imbuto proprio quando pensavi che avresti potuto ricominciare a respirare.

Copia di DSC03549

Il 10 aprile e il 2 ottobre 2016 ci aspetteranno anche Fiori e sapori sul Naviglio Grande, due appuntamenti annuali in cui vengono esposti fiori, piante e attrezzature da giardino. Io ho il pollice nero pece, ma amo molto i fiori e non mi lascio fermare da Madre Natura.. Ci sarò!

 

 

8 commenti su “Mercato dell’antiquariato

  1. Geneviève à Paris
    18 gennaio 2016

    Manca la foto più importante…😉

  2. paolabaronio
    19 gennaio 2016

    Adoro il Naviglio e mi ritengo fortunata di abitare in zona. D’accordo su tutte le tue considerazioni (azzeccato anche il consiglio sull’orario del pranzo😉 ). Solo i prezzi… non mi sembrano tanto convenienti, almeno rispetto ad altri mercatini analoghi. Che però non sono altrettanto caratteristici. Ciao!

    • lovelymilano
      19 gennaio 2016

      Ciao Paola! Ho chiesto il prezzo di un tavolo (450€), di due sedie (600€ la coppia) e di un piccolo scrittoio (350€) e non mi sono sembrati alti, non rispetto ai prezzi di arredi nuovi, in negozio.. Diciamo che l’usato, se ben tenuto, è molto conveniente. In proporzione mi sembrava costassero molto di più gli oggetti piccoli e le ceramiche. C’erano delle belle alzatine per torte (130€ l’una), degli stampi per cappelli (davvero belli, ma senza un uso pratico, a 10-25€), dei vasi danesi (sui 200€) e un piccolo decoro anni ’50 per l’albero di Natale (35€).

      Quali altri mercatini mi consigli di andare a vedere?
      Ciao!🙂

      • paolabaronio
        19 gennaio 2016

        Non sono un’esperta ma immagino che il prezzo dipenda dall’epoca, dallo stato di conservazione, dalla presenza di documentazione etc. Al mercatino dei navigli non si trova mai paccottiglia ma ha comunque fama di essere piuttosto caro, anche sulle guide turistiche. Gli altri mercatini a cui mi riferivo erano quelli visti in Francia (zona del Perigord) o in Gran Bretagna, (Brighton etc). Ciao!

  3. lovelymilano
    22 gennaio 2016

    Per me è importante che siano originali e ben tenuti, ancor meglio se restaurati. Diciamo che certi complementi sono pezzi difficili da trovare in buono stato, e poterli portare a casa senza bisogno di metterci mano è sempre una bella notizia.
    A Parigi e in Costa Azzurra ero stata a dei bei mercatini, ma anche lì non ho preso nulla.. La prossima volta penserò di meno e seguirò di più il mio istinto😉

  4. beatricecarducci
    15 febbraio 2016

    Molto carino il tuo blog! Una bellissima scoperta! Complimenti!

    • lovelymilano
      15 febbraio 2016

      Grazie mille Beatrice!! Mi segno il tuo, da vedere appena ho un attimo di calma.😉
      Ciao!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: